Gennaro Sardella

Gennaro Sardella, nato a Napoli nel 1950, fin da bambino dimostra una incredibile predisposizione per il disegno attraverso il quale sviluppa racconti improbabili, fantasiosi, con un tratto veloce e sicuro.
Giovanissimo, per il suo carattere inquieto e insofferente alle regole, sempre desideroso di nuove esperienze, inizia un libero vagabondaggio che lo porta a Roma, Venezia, Firenze, dove offre a un pubblico sempre diverso e interessato i suoi disegni e acquarelli: intense immagini di ritratti, vedute, scorci di paesaggi delle varie città. In questo clima di assoluta libertà, anche se faticosa e difficile, l’artista prosegue ininterrottamente l’attività con entusiasmo, affinando la conoscenza delle tecniche artistiche, creandosi un bagaglio di esperienze e venendo a contatto con sempre nuove realtà che gli forniscono l’occasione di interessanti incontri e confronti, soprattutto con la frequentazione dei musei e degli ambienti dove si ritrovano gli artisti.
Accanto ai paesaggi cominciano ad apparire storie, nuovi racconti che apriranno la strada a un filone che esploderà solo più tardi, quando Sardella darà completo sfogo alla sua inesauribile fantasia.
Tornato a Napoli, riprende l’importante sodalizio con il pittore Roberto Carignani, noto per la perizia tecnica e le raffinate esecuzioni di marine e nature morte, che lo accoglie nel suo studio dove rimarrà fino al 1975. In quest’arco di tempo il percorso artistico matura grazie al progressivo affinamento di quel mestiere che tanto lo appassiona, a nuove conoscenze, nuove riflessioni, nuovi contatti che gli faranno incontrare artisti come Giorgio de Chirico e Pietro Annigoni.
La profondità del vissuto personale, elaborata in anni di lavoro, e una ricerca che si arricchisce continuamente, lo spingono a una significativa svolta artistica. Nascono così, supportate dalla sapienza tecnica, figurazioni e tematiche di una rinnovata e profonda forza espressiva in cui irrompono la fantasia, il sogno, l’ironia. Un processo creativo dove la realtà comincia a rivelare imprevedibili metamorfosi, in un gioco che la scompagina con alterazioni e deformazioni. I dipinti rivelano, sotto i magici panorami del sud, il caos e le tensioni del mondo contemporaneo, ma anche momenti di alto lirismo e di infinita dolcezza, quando vengono evocati antichi sentimenti o affiorano affascinanti simboli e immagini delle proprie radici.
Lunghi e intensi anni di professionalità, oltre ottanta mostre in tutt’Italia accolte con consenso di pubblico e di critica, hanno condotto Gennaro Sardella da tempo punto di riferimento della scena pittorica napoletana a imporsi sempre di più su quella nazionale e internazionale. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private, italiane ed estere. Attualmente, vive e lavora nella suggestiva Sorrento, in uno studio invaso dalla luce e dal profumo della sua terra.

© 2021 Sito Prova Template